volantino iper-coop volantino-offerte.com

Le offerte sui volantini dei supermercati sono davvero convenienti?

Approfittare degli sconti è un’ottima soluzione per un maggiore risparmio, occorre concentrarsi sugli alimenti che sono in vendita in una determinata settimana. Controllare i prezzi unitari indicati sulle etichette dello scaffale e confrontare il prezzo del prodotto in offerta. Se lo sconto è conveniente, l’acquisto in massa può essere un esemplare modo per risparmiare denaro, ma bisogna stare attenti alla vera convenienza!

Qualsiasi supermercato sembra sempre ricco di sconti, offerte e promozioni, ma come riconoscere quelle vere dalle semplici operazioni di marketing? L’interrogativo è legittimo, soprattutto quando siamo sommersi da volantini di sconti di diverse catene che garantiscono risparmi vistosi, risulta veramente difficile. La cosa giusta sarebbe conoscere i prezzi degli articoli ( perlomeno quelli che acquistiamo più spesso), per capire subito se l’offerta del vostro volantino è davvero così speciale, e se quest’ultimo abbia effettivamente i prezzi migliori.

L’obiettivo del cliente deve essere quello di mettere in luce sia i vantaggi che gli svantaggi delle diverse tipologie di promozioni, prestando molta attenzione alle offerte del volantino recapitati nelle caselle della posta, così da poter approfittare veramente degli sconti risparmiando.

In questo articolo riassumiamo gli sconti dei volantini in questo modo:

Sconti: fra le formule promozionali, quella degli sconti è la più rinomata ed usata. Lo sconto sta alla base della stessa nozione di offerta, poiché consente di pagare un prodotto meno del suo prezzo di listino.

3×2: per capire se la “promozione 3×2” concede realmente un risparmio, è necessario controllare il prezzo ordinario, senza sconti, del prodotto in offerta. In questo caso il risparmio è effettivo sui prodotti che sono a lunga conservazione, oppure per i prodotti che utilizzate spesso, in quanto per risparmiare dobbiamo spendere di più effettivamente, quindi il risparmio c’è ma soltanto  facendo scorta.

Sottocosto: fra tutte le tipologie di promozioni, il sottocosto è l’unico tipo di vendita regolato per legge da una precisa normativa (oltre ai saldi). Innanzitutto dovete essere a conoscenza che i prodotti sottocosto non possono essere più di 50, e che un sottocosto non può durare per più di dieci giorni. Generalmente nell’arco di un anno, si possono lanciare al massimo tre sottocosto, ma non consecutivi (fanno eccezione quelli dedicati ad eventi speciali, come nuove aperture o anniversari). Il sottocosto, come dice il nome stesso, consente di comprare prodotti ad un prezzo più basso riguardo a quello pagato dal negoziante in fase di acquisto e per questo è la formula delle offerte più convenienti.

“Due al prezzo di uno” (o “Prendi due paghi uno”): sono le più vecchie formule promozionali, protagoniste ormai da tempo sui volantini delle più importanti catene di supermercati, ipermercati e minimarket. I prodotti offerti con vantaggi di questo tipo, risultano convenienti esclusivamente per coloro che ne acquistano più pezzi, invece risultano poco vantaggiosi per chi, per disattenzione e negligenza al prezzo e alla promozione, ne mette nel carrello un solo pezzo.

Tutto a“: con questo concetto in genere si identificano le classiche promozioni che permette di acquistare un gran numero di prodotti ad un prezzo fisso “Tutto a 99 centesimi, a 1€, 2€, 3€” ecc…  è una delle iniziative di rilevante influenza sul consumatore e, perciò in maggior misura sfruttate dalle grandi catene di supermercati e ipermercati

Per concludere, il modo migliore per valutare l’effettiva convenienza e vantaggi degli sconti, resta sempre il confronto fra il prezzo scontato e quello che la catena proponeva la settimana precedente. Se vi trovate in difficoltà, anche qui la tecnologia è soddisfacente, occorre una rapida verifica del prezzo medio sul web, per rendersi conto se il prodotto effettivamente conviene oppure no.